bandiera italiana
Lingua
{{ langArrFull[index] }}
blog_button_mob

Le cattive abitudini che aggravano psoriasi e salute della pelle

La psoriasi si manifesta sotto la forma delle macchie anormalmente secche, compresa la pelle della testa, gomiti e ginocchia. Le macchie rosse, pruriginose e squamose sulla pelle possono portare a vita dura e costante disagio. Soprattutto se state cercando di affrontarli quotidianamente e senza successo.

Spesso peggioriamo la psoriasi in modo inconsapevole. Quello che mangiamo, beviamo, come ci laviamo e riguardiamo la nostra pelle influisce al decorso della malattia e alla comparsa dei focolai della malattia. Per questo è importante essere consapevole del fatto che tranne la ricerca della cura appropriata di questa condizione cronica, si può prevenire o abbassare le manifestazioni della psoriasi, sostituendo le cattive abitudini a quelle salutevoli sulla base giornaliera. L’articolo presente vi mostra certe azioni che possono aggravare la psoriasi e i suoi sintomi.

86_article cattive abitudine che aggravano psoriasi

Alcune cattive abitudini che possono peggiorare la condizione della pelle e della salute

✔ Assunzione dell’alcol

Anche se l’assunzione dell’alcol non è una delle psoriasi cause, ma può peggiorare i sintomi della malattia. L’alcol può avere l’effetto negativo al trattamento della psoriasi, aggravare gli effetti collaterali di alcuni farmaci per la terapia del disturbo e anche peggiorare il funzionamento del sistema immunitario.

✔ Avere il peso eccessivo

Lo può sembrare strano, ma le ricerche hanno scoperto il legame tra il peso eccessivo e la comparsa della psoriasi. Quindi, seguite che mettete sul piatto ed evitate le merende insalubri.

✔ Troppo cibo calorico

La razione con alto contenuto di glutine e prodotti elaborati, specialmente se avete l’intolleranza di glutine, può suscitare il focolaio della psoriasi. Date la preferenza alla frutta e verdura fresca e altri prodotti freschi.

✔ Non proteggersi dal sole

I severi raggi ultravioletti possono esacerbare molte varie condizioni della pelle e la psoriasi non è una eccezione. Proteggete la pelle con i mezzi anti-UV (creme solari) e assicuratevi che siano adatti alla vostra pelle.

✔ La cura della pelle inappropriata

Le persone che soffrono della psoriasi, di regola, effettuano la cura della psoriasi con l’aiuto delle speciali prodotti cosmetici. Evitate le formule eccessivamente abrasive, che possono aggravare la condizione della pelle. Per evitare l’infiammazione, controllate sempre la composizione dei prodotti. In modo di rendersi persuasi di tutti gli ingredienti sono sicuri e clinicamente testati.

✔ Fumo

Uguale all’alcol, il tabacco è il fattore aggravante per le persone con la psoriasi. Cercate di ridurre la quantità delle sigarette che fumate e meglio di tutto è di evitare questa cattiva abitudine.

✔ Le docce troppo lunghe e spesse

L’acqua cruda e calda, piena degli elementi chimici e le bagnoschiuma troppo aggressiva possono aggravare psoriasi sintomi. Fare la doccia una volta al giorno sarebbe bastevole per evitare il peggioramento di pelle.

✔ La scelta dello shampoo inappropriato

Se soffrite della psoriasi del cuoio capelluto, dovete conoscere come effettuare l’igiene in modo coretto. Scegliete lo shampoo per la pelle sensitiva della testa o chiedete il consiglio al vostro dermatologo.

✔ Assenza dell’igiene

La psoriasi richiede l’igiene appropriata. Non dimenticate di lavare le mani regolarmente e fare la doccia ogni giorno.

✔ Biancheria da letto sporca

Dormire nella biancheria da letto pulita non è soltanto accettato, ma anche ottimo. É importante specialmente per le persone con psoriasi. Durante il sonno il nostro corpo escreta il sudore, il sebo corporeo e altre sostanze organiche. Per mantenere l’igiene migliore durante il sonno, la biancheria da letto va cambiata non meno di una volta alla settimana.

Effetto della sensibilità alimentare su psoriasi sintomi

Un fatto noto è che l’allergia o la sensibilità alimentare può peggiorare la psoriasi. Più spesso la reazione allergica alle persone con psoriasi possono provocare prodotti contenuti di glutine. Altri provocatori di tali reazioni sono latticini, zuccheri raffinati e alimenti con l’alto grado di elaborazione.

I prodotti elaborati e confezionati contengono più quantità di composti chimici sotto forma dei coloranti, conservanti, stabilizzanti, emulsionanti e dolcificanti. Ciascuno di questi additivi può provocare la reazione allergica o la reazione di sensibilità alimentare. A sua volta, questo può portare ad una esacerbazione dei sintomi della psoriasi.

Prestate attenzione a quello che mangiate. Se sentite l“intensificazione del prurito o compare il disagio dopo avete preso certi prodotti, più probabilmente soffrite dell’allergia o della sensibilità alimentare.

Potete verificare quali prodotti scelti dalla vostra dieta aumentano i sintomi della psoriasi. Se sospettate di potete essere sensibili ai prodotti determinati, cercate di eliminarli per una settimana. Controllate la vostra condizione e se i sintomi diminuiscono. Se sentite il miglioramento, è molto probabile che siete sensibili per questi prodotti o per questo gruppo dei prodotti.

Potete verificare la sensibilità alimentare usando il test seguente. Per svolgere il test per determinazione della sensibilità alimentare, controllate il proprio polso per un minuto. Poi, mangiate il prodotto, che controllate la sensibilità. Aspettate venti — trenta minuti. Ricontrollate il polso un’altra volta. Se la frequenza del polso si aumenta di dieci o venti battiti, probabilmente avete dei problemi con tale prodotto. Eliminate questi prodotti dalla vostra razione o consultate lo specialista per verificare gli allergeni alimentari e creazione della dieta speciale.

La mancanza dell’acqua consumata

Molte persone comprese quelle che soffrono della psoriasi, bevono la quantità dell’acqua insufficiente ogni giorno. Com’è noto, ci vuole una buona idratazione per ottima condizione di pelle. La vostra pelle è l’organo principale per disintossicazione del vostro organismo. Per questo motivo, bisogna bene tanta acqua in modo che il vostro corpo possa neutralizzare ed eliminare efficacemente tutte le sostanze nocive. L'idratazione ottimale nutre le cellule della pelle e migliora la guarigione delle lesioni.

Ogni giorno dovete cercare di bere la quantità necessaria secondo del vostra massa corporea. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha calcolato, che per un chilo del peso bisogna bere 30 ml d’acqua. Ad esempio, se pesate 70 chili, dovete bere almeno 2.1 litri d’acqua giornalmente. É meglio bere l’acqua minerale, tuttavia i succhi di frutta e le tisane – è anche una buona scelta. Evitate il caffè e le bevande alcoliche, hanno le proprietà disidratate.

Grattare e irritare la pelle

È difficile non grattare e non spellare le lesioni pruriginose causate dalla psoriasi. Anche se non avete il prurito forte, fate attenzione a non indossare vestiti che irritano la pelle. Molte persone con psoriasi indossano camicie a maniche lunghe o altri vestiti che nascondono il danno. Tuttavia, per evitare irritazioni, è più importante avere una buona circolazione d'aria, piuttosto che preoccuparsi di come si presenta la pelle. Naturalmente, all'inizio potreste sentire il disagio se le persone vedono le vostre placche psoriasiche. Tuttavia, se lo aiuta a ridurre i sintomi, forse vale la pena provare.

Quando sentite il prurito, il vostro corpo escreta il composto chimico, noto come istamina. Le istamine accelerano la reazione infiammatoria. Più grattate la vostra pelle, più prurito sentite e più istamine sono escrete. In tal modo cominciate il circolo vizioso, che implica l“aumento del prurito, l’escrezione maggiore delle istamine e aumento delle lesioni psoriasiche.

In aggiunta dell’irritazione della pelle e possibile apertura della pelle alle possibili infezioni, sottoponete tutto il vostro corpo all’effetto di istamine. Altri effetti collaterali di istamine comprendono l’aumento dell’irritabilità generale, ansia e disagio. Tutto quello abbassa la capacità del sistema immunitario evitare e curare le lesioni psoriasiche.

Invece di grattare la pelle, usate i mezzi interni ed esterni per diminuire l’irritazione e il prurito. Cercate di bere le tisane con l“effetto rilassante. Ad esempio, se bevete il tè con la menta, o lo applichi localmente come un impacco sulle zone lese, lenirà e rinfrescherà la vostra pelle. Liquore di erbe, camomilla e calendula sono erbe rilassanti che riducono l'infiammazione e leniscono l'irritazione che si verifica quando c'è prurito.

I mezzi topici, che abbassano il prurito e migliorano la guarigione, comprendono prodotti preparati di piantaggine, calendula e primula. L'olio di primula è particolarmente utile perché contiene composti che riducono i livelli di formazione di prostaglandine. Le prostaglandine sono coinvolte in processi infiammatori che provocano la formazione di lesioni psoriasiche. L'olio di primula può essere assunto come integratore alimentare (sotto forma di capsule) e applicato alle zone lese.

Inoltre, potete consultare il vostro medico sui rimedi locali che aiutano a guarire le aree lese e alleviare il prurito. Negli ultimi anni sono state sviluppate nuove medicine per la psoriasi. Si basano su recenti scoperte e possono ridurre prurito e infiammazione senza causare sonnolenza.

Procedure d’acqua, che non danneggiano la pelle

Se soffrite della psoriasi, è importante prendersi cura della propria pelle con molta attenzione. Evitate l'uso di acqua molto calda mentre fate la doccia. Fate il bagno esclusivamente con prodotti che contengono ingredienti naturali e lenitivi. Solo questi mezzo non seccano o e non irritano la pelle. Assicurati di fare la doccia dopo l'allenamento. Non usate spazzola e frangia rigida. Acquistate saponi naturali che forniscono idratazione, non contengono aromi e coloranti.

Invece di usare idratanti che sono pieni di sostanze chimiche irritanti, trattare il corpo con olio naturale dopo la doccia. La pelle sarà ammorbidita, protetta ed idratata senza l'uso di prodotti contenenti ingredienti dannosi e irritanti.

Abitualmente, gli esperti raccomandano usare l’olio di sesamo, olio di nocciolo di albicocca, olio di avocado, olio di calendula e olio di semi d'uva.

  • L'olio di semi di albicocca è eccellente per la pelle sensibile. Contiene una grande quantità di vitamina A curativa e ha una buona consistenza. Questo olio ha la breve data di scadenza. Per mantenerlo fresco, aggiungete alcune gocce di vitamina E.
  • L'olio di avocado ha anche la data di scadenza breve. È estremamente nutriente, poiché contiene molte vitamine. Questo olio è una scelta eccellente se volete preservare la giovinezza della pelle.
  • L'olio di calendula è un rimedio comune per il trattamento delle malattie cutanee. La calendula è il fiore che ha molte proprietà utili. L'olio di calendula ha l’effetto antinfiammatorio, curativo e protettivo.
  • L'olio di semi d'uva ha la data di scadenza durevole. È L’olio universale leggero che è adatto per la maggior parte delle persone. Potete usarlo per diluire altri oli, perché è meno costoso degli oli di albicocca, avocado o calendula.

Se preferite di fare un bagno, aggiungete alcune gocce di olio essenziale all'acqua o fate il bagno con le infusioni di erbe. Gli oli essenziali che aiutano a ridurre il prurito, l'irritazione e altri sintomi della psoriasi includono olio di lavanda, cedro, patchouli, limone ecc.. Tra le erbe utili per lenire la pelle con la psoriasi, è possibile distinguere camomilla, ginepro, ortica, cardo mariano e melissa.

Se volete lasciare la via sbagliata e sbarazzarsi delle cattive abitudini che peggiorano i sintomi della psoriasi, è necessario iniziare una nuova fase nella vita con consapevolezza e pianificazione. In realtà, non è difficile per niente sostituire le vecchie abitudini con quelle nuove. Soprattutto se l’aiuta a controllare i sintomi della malattia e migliora la salute di tutto il corpo.

Eseguite l’alimentazione sana, bevete tanta acqua, controllate le nuove strategie per mitigare il prurito e godete le procedure d’acqua piacevoli. Vi sentite meglio, avrete un buon aspetto e vedrete che con ogni giorno la vostra pelle diventa più sana.

Contenuto
    Altri blog di questa categoria >>